Imago Mundi

Data 19/03/2010 - ore 21:00
Luogo Falz di Trevignano TV


 
programma indicativo

AUTORE: Giorgio Pavan e Rosa Salvi /

Mauritania: le "biblioteche del deserto", reportage di viaggio,10 minuti: Giorgio Pavan e Rosa Salvi
Hampaté Ba, filosofo peul, diceva: “Quando un vecchio muore è una biblioteca che brucia” e Sédar Senghor, presidente-poeta senegalese, aggiungeva: “ Quando a Cinguetti una biblioteca brucia è la memoria di mille vecchi che scompare”.
Nel cuore del Sahara occidentale, in un deserto aspro e inospitale, piccole oasi celano migliaia di antichi manoscritti, testimonianza di un vivace passato di importanti centri commerciali, religiosi e culturali lungo le rotte carovaniere. Espressione, un tempo, dell'incontro di uomini di fede, scienziati e filosofi, sono, oggi, un fragile tesoro, gelosamente custodito nelle abitazioni private o nelle vecchie moschee, assediato dalla sabbia e minacciato dalle termiti.

AUTORE: 360° Multivisioni /

FINESTRE SULLA BULGARIA, reportage,10 minuti: 360° Multivisioni
Segregata per quaranta anni dietro la cortina di ferro come stato satellite, e ancor prima per cinque secoli sotto il dominio ottomano, è un territorio poco conosciuto e avvolto in un alone di mistero. La vita non troppo cara rispetto al resto d'Europa e una natura incontaminata fanno della Bulgaria una meta sempre più interessante.

AUTORE: Giorgio Pavan e Rosa Salvi /

GLI ULTIMI NOMADI, reportage etnografico,10 minuti: Giorgio Pavan e Rosa Salvi
Un “andare” tra gli indiani del Gujarat, al confine con il Pakistan. Popoli nomadi che un dio ha, per ora, salvato dal diluvio della globalizzazione. Società che, nonostante tutto, funzionano, che da secoli hanno trovato un proprio ordine, che cercano di mantenere la propria identità pur nella prospettiva di estinguersi per assimilazione e che regalano la ricchezza della loro “diversità”, cultura e tradizione.

AUTORE: Ali e Radici Multivisioni /

Il rumore del silenzio, Naturalistico,8 minuti: Ali e Radici Multivisioni
Il silenzio non ha colore,
il silenzio non ha odore.
Ma se chiudi gli occhi
e ti guardi dentro,
sentirai che il silenzio ha un "rumore" ...
è quello del tuo cuore.

Un breve percorso fotografico a me caro:
il cambiamento in natura.
Come già proposto in "Attese", una visualizzazione che parte dai grafismi delle formazioni di ghiaccio nei torrenti fino ad arrivare alle ultime fioriture di ottobre inoltrato ... preannuncio al nuovo freddo in arrivo.
Durante questo tempo, solo a scandire questo "trascorrere" del tempo, alcune delle innumerevoli infiorescenze proposte dalla natura.